E’ morto Alan Parker, regista di “Saranno Famosi” e “Fuga di Mezzanotte”

E’ scomparso all’età di 76 anni dopo una lunga malattia Sir Alan Parker, regista britannico di film come Saranno Famosi, Evita e Fuga di mezzanotte.

Parker è stato candidato due volte al Premio Oscar come miglior per Fuga di Mezzanotte (1979) e Mississippi Burning (1988), mentre le sue pellicole hanno collezionato un totale di 10 candidature alla prestigiosa statuetta. I suoi film hanno vinto un totale diciannove premi BAFTA, dieci Golden Globe e sei Oscar. Il suo film Birdy – Le ali della libertà ha vinto il Il Grand Prix Speciale della Giuria al Festival di Cannes del 1985.

Il compositore di Evita, Sir Andrew Lloyd Webber, ha twittato il suo ricordo del regista: “è stato uno dei pochi registi a capire veramente i musical sullo schermo”.

L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences lo ha ricordato come come “un camaleonte” e “talento straordinario” il cui lavoro “ci intratteneva, ci connetteva in sintonia e ci dava un forte senso del tempo e del luogo”.

Parker nasce il 14 febbraio del 1944 in una famiglia operaia a Islington, nel nord di Londra, figlio di Elsie Ellen, una sarta e William Leslie Parker, imbianchino. Parker in gioventù non aveva aspirazioni a diventare un regista, né qualcuno nella sua famiglia aveva alcun desiderio di essere coinvolto nell’industria cinematografica. Dopo aver lasciato la scuola a diciotto anni, Parker ha iniziato a lavorare nel campo pubblicitario, sperando che l’industria pubblicitaria potesse essere un buon modo per incontrare ragazze.

Il suo primo lavoro fu consegnare al posta negli uffici di un’agenzia pubblicitaria, passò poi al ruolo di copywriter, ruolo svolto per diversi anni e che lo portò ad incontrare per la prima volta i futuri produttori David Puttnam e Alan Marshall, entrambi i quali avrebbero successivamente prodotto molti dei suoi film. Parker ha sempre citato Puttnam per averlo ispirato e averlo spinto a scrivere la sua prima sceneggiatura, Come sposare la compagna di banco e farla in barba alla maestra (Melody) del 1971.

Nel 1968 Parker dirige numerosi spot pubblicitari televisivi e nel 1970 fa squadra con Alan Marshall per fondare un’azienda pubblicitaria che divenne una delle migliori case di produzione di spot della Gran Bretagna. Tra le loro pubblicità premiate c’erano la pubblicità del vermut Cinzano nel Regno Unito (con Joan Collins e Leonard Rossiter) e una pubblicità della Heineken che utilizzava cento attori.

Dopo aver scritto la sceneggiatura del film “Come sposare la compagna di banco e farla in barba alla maestra” di Waris Hussein nel 1971, Parker gira il suo primo film di fiction intitolato No Hard Feelings (1973), per il quale scrisse anche la sceneggiatura. Il film è una triste storia d’amore che si svolge sullo sfondo del Blitz su Londra durante la seconda guerra mondiale, quando la Luftwaffe bombardò la città per 57 notti consecutive. Parker è nato durante uno di quei bombardamenti, e ha detto “il bambino in quel [film3] potrei essere io”. Non avendo esperienza nella regia di lungometraggi, non riuscì a trovare un sostegno finanziario e decise di rischiare usando i propri soldi e fondi ipotecando la sua casa per coprire i costi del film. Il film impressionò la BBC, che ha lo acquistò mostrandolo in televisione pochi anni dopo, nel 1976. Nel frattempo la BBC aveva messo sotto contratto Parker per dirigere The Evacuees (1975), una storia sulla Seconda Guerra Mondiale scritta da Jack Rosenthal basata su eventi reali che coinvolgevano l’evacuazione dei bambini in età scolare dal centro di Manchester. Il film vinse un BAFTA per il miglior dramma TV e anche un Emmy per il miglior dramma internazionale.

Nel 1976  Parker ha scritto e diretto il suo primo lungometraggio, Piccoli Gangster (Bugsy Malone (1976), una parodia dei primi film di gangster americani e dei musical americani, ma con solo attori bambini. Il film che includeva anche l’attrice Jodie Foster ha ricevuto otto nomination al British Academy Award e cinque premi, tra cui due BAFTA per Foster.

Successivamente Parker dirige Fuga di Mezzanotte (1978), basato sulla vera storia di Billy Hayes, incarcerato ed evaso da una prigione turca per contrabbando di Hashish. La sceneggiatura scritta da Oliver Stone e la musica composta da Giorgio Moroder vinsero entrambe un Oscar. Nel 1980 Parker dirige Saranno Famosi che segue la vita di otto studenti durante i loro anni alla High School of Performing Arts di New York. Il film ebbe un enorme successo al botteghino e generò una serie tv spin-off.

Nel 1982 Parker dirige Spara alla luna (1982), la storia di una rottura coniugale che si svolge nel nord della California e che il regista ha definito il suo “primo film per adulti”, seguirà Birdy – Le ali della libertà (1984), con Matthew Modine e Nicolas Cage che racconta la storia di due compagni di scuola che tornati dalla guerra del Vietnam feriti sia psicologicamente che fisicamente. Dopo l’horror noir Angel Heart – Ascensore per l’inferno (1987) con Mickey Rourke, Parker dirige il dramma Mississippi Burning (1988) con il quale conquista la sua seconda nomination all’Oscar come miglior regista. Il film è basato sulla vera storia degli omicidi di tre attivisti dei diritti civili nel 1964, con Gene Hackman e Willem Dafoe. Hackman è stato nominato come miglior attore, mentre il film è stato nominato per altri cinque Oscar, tra cui quello per il miglior film, vincendo una statuetta per la migliore fotografia.

Gli anni novanta vedono Parker dirigere nell’ordine: The Commitments (1991), una commedia sulla classe operaia di Dublino che forma una band soul e che diventò un successo internazionale; il musical Evita (1996) interpretato da Madonna, Antonio Banderas e Jonathan Pryce nominato a cinque Oscar, vincendo per la migliore canzone originale, cantata da Madonna e Le ceneri di Angela (1999), un dramma basato sulle reali esperienze di un insegnante irlandese-americano e della sua infanzia alle prese con difficoltà finanziarie e un padre alcolizzato.

Nel 2003 Parker ha prodotto e diretto il suo ultimo film, The Life of David Gale (2003), un thriller poliziesco, con Kevin Spacey e Kate Winslet. Il film racconta la storia di un avvocato per l’abolizione della pena capitale che si ritrova nel braccio della morte dopo essere stato condannato per aver ucciso un collega attivista.

 

Filmografia

Piccoli gangsters (Bugsy Malone) (1976)

Fuga di mezzanotte (Midnight Express) (1978)

Saranno famosi (Fame) (1980)

Spara alla luna (Shoot on the Moon) (1982)

Pink Floyd The Wall (Pink Floyd – The Wall) (1982)

Birdy – Le ali della libertà (Birdy) (1984)

Angel Heart – Ascensore per l’inferno (Angel Heart) (1987)

Mississippi Burning – Le radici dell’odio (Mississippi Burning) (1988)

Benvenuti in paradiso (Come See the Paradise) (1990)

The Commitments (1991)

Morti di salute (The Road to Welville) (1994)

Evita (1996)

Le ceneri di Angela (Angela’s Ashes) (1999)

The Life of David Gale (2003)

 

Fonte: BBC

 

 

E’ morto Alan Parker, regista di “Saranno Famosi” e “Fuga di Mezzanotte” pubblicato su Cineblog.it 01 agosto 2020 08:01.