Stasera in tv: “Per qualche dollaro in più” su Rai 3

[Per visionare il trailer clicca sull’immagine in alto]

 

Cast e personaggi

Clint Eastwood: il Monco

Lee Van Cleef: colonnello Douglas Mortimer

Gian Maria Volontè: el Indio

Mario Brega: el Niño

Mara Krupp: Mary

Luigi Pistilli: Groggy

Klaus Kinski: Wild, il gobbo

Joseph Egger: il vecchio profeta

Benito Stefanelli: Luke

Aldo Sambrell: Cuchillo

Lorenzo Robledo: Fred, il traditore

Sergio Mendizábal: direttore della banca di Tucumcari

Carlo Simi: direttore della banca di El Paso

Roberto Camardiel: uomo alla stazione di Tucumcari

Tomas Blanco: addetto al telegrafo di Santa Cruz

Panos Papadopulos: Sancho Perez

Dante Maggio: Carpentiere nella cella

Antonito Ruiz: Fernando

Rosemarie Dexter: sorella di Mortimer

Peter Lee Lawrence: cognato di Mortimer

Mario Meniconi: controllore dei biglietti

José Terrón: Guy Callaway

Josè Marco: Baby Cavanage

Antonio Palombi: barista di El Paso

Werner Abrolat: Slim, membro della banda dell’Indio

Francisco Brana: membro della banda dell’Indio

Josè Canalejas: membro della banda dell’Indio

Antonio Molino Rojo: membro della banda dell’Indio

Nazzareno Natale: membro della banda dell’Indio

Eduardo Garcia: membro della banda dell’Indio

Enrique Santiago: membro della banda dell’Indio

Luis Rodrìguez: membro della banda dell’Indio

Kurt Zips: direttore dell’albergo

Doppiatori italiani

Enrico Maria Salerno: Joe “il Monco”

Emilio Cigoli: colonnello Douglas Mortimer

Nando Gazzolo: el Indio

Renato Turi: el Niño

Dhia Cristiani: Mary

Vittorio Sanipoli: Groggy

Bruno Persa: Wild, il gobbo

Lauro Gazzolo: il vecchio profeta

Pino Locchi: Cuchillo

Gualtiero De Angelis: Fred, il traditore

Gianfranco Bellini: direttore della banca di Tucumcari

Gino Baghetti: direttore della banca di El Paso, controllore biglietti

Luigi Pavese: uomo alla stazione di Tucumcari, addetto al telegrafo di Santa Cruz

Manlio Busoni: Sancho Perez

Arturo Dominici: Baby Cavanage

Oreste Lionello: barista di El Paso, passeggero sul treno

Sergio Tedesco: uomo della banda dell’Indio

Vinicio Sofia: direttore dell’albergo

Carlo Romano: Martinez

Giorgio Capecchi: Sceriffo di Tucumcari

Nino Pavese: sceriffo di White Rock

 

La trama

Stasera in tv su Rete 4 Per qualche dollaro in più con Clint Eastwood (2)

 

Il pistolero soprannominato il Monco (Clint Eastwood) è un famigerato cacciatore di taglie che sceglie le sue prede tra i criminali più pericolosi e quindi più quotati, suo rivale e collega il colonnello Douglas Mortimer (Lee Van Cleef), entrambi hanno messo gli occhi sull’evaso “Indio” (Gian Maria Volontè) capo di una banda di pericolosi desperados.

Mentre il Monco punta alla taglia di diecimila dollari sulla testa di Indio, il colonnello sembra avere un conto in sospeso con l’evaso. Nel frattempo l’nespugnabile banca di El Paso è presa di mira da Indio e la sua banda che stanno organizzando una colossale rapina.

Dopo un duello per scoprire chi è il pistolero più abile, i due cacciatori di taglie diventano soci e al Monco spetta l’ingrato compito di infiltrarsi tra le fila dei desperados per tenerli d’occhio.

Il Monco s’infiltrerà con successo e la rapina andrà a buon fine, i due soci tentano in seguito di fregare Indio che intuita l’intenzione dei due li farà pestare a sangue, ma non li ucciderà perché prima della cattura i due hanno nascosto il bottino della rapina.

Indio si allea con il fido Nino (Mario Brega), tradisce la propria banda per despistare i Rangers che sono sulle sue tracce e costringe il Monco e il colonnello a rivelare il posto dove hanno nascosto il bottino, ma un membro della banda sfugge alla cattura e in cerca di vendetta uccide  Nino.

Nel duello finale tra il colonnello e Indio scopriremo quale sono le vere motivazioni del cacciatore di taglie e perchè vuole Indio morto, naturalmente a coprirgli le spalle il Monco con fucile d’ordinanza…

 

Il nostro commento

Stasera in tv su Rete 4 Per qualche dollaro in più con Clint Eastwood (3)

 

Sergio Leone gira il secondo capitolo della sua “Trilogia del dollaro”, iniziata nel 1964 con Per un pugno di dollari e conclusasi nel 1966 con Il buono, Il brutto,Il cattivo. Una memorabile coppia d’attori recita insieme in questo splendido western di frontiera polveroso e “desperado”.

Lee Van Cleef e Clint Eastwood, sguardi a fessura e volti scolpiti nella roccia, trasformano Per qualche dollaro in più in un altro cult e Leone aumenta gli intrecci narrativi e lo spessore dei suoi personaggi che culmineranno la loro crescita nello strepitoso Il buono, Il brutto, Il cattivo.

Assolutamente da non perdere, imitatissimo e al contempo inimitabile il cinema di Leone rimane marchiato a fuoco nella memoria di ogni cinefilo e nell’immaginario collettivo di milioni di spettatori.

 

Curiosità

  • Lee Van Cleef ha affermato di essere più veloce di Clint Eastwood ad estrarre la pistola. Ha occupato tre fotogrammi del film per estrarre, armare il grilletto e fare fuoco.
  • Il “Monco” e il “Joe” di Per un Pugno di Dollari (1964) non sono lo stesso personaggio. Questo è stato decretato da un tribunale italiano che giudicò la causa promossa da Jolly Films produttore di Per un pugno di dollari. Dopo l’uscita del primo film il regista Sergio Leone ha avuto un litigio con i produttori e ha realizzato questo sequel con un produttore diverso, Alberto Grimaldi. Jolly Films ha cos’ citato il regista in giudizio, rivendicando la proprietà del personaggio “Joe”, ma ha perso il contenzioso quando il tribunale ha deciso che il personaggio del pistolero western caratterizzato da costume e manierismi apparteneva al folklore e quindi era di dominio pubblico.

Il comportamento della Jolly mi aveva nauseato. Così andai a trovare i due produttori. Gli dissi che in effetti il modo in cui si erano messe le cose mi faceva piacere… Perché significava che non avrei mai più dovuto fare un film con loro. Avrei avviato un procedimento legale, ma non volevo vederli mai più. E fu da lì che nacquero i semi della mia vendetta. Dissi loro: “Non so se davvero ho voglia di fare un altro western. Ma lo farò. Solo per farvi dispetto. E si intitolerà…” In quel momento, il titolo mi balenò nella mente – Per qualche dollaro in più. Ovvio che in quella fase non avevo idea di quale sarebbe stato il soggetto.

Sergio Leone

  • Sergio Leone ha infranto molte regole non scritte del genere in voga ad Hollywood negli anni ’60. Tra queste: mostrare il tiratore e la vittima nella stessa inquadratura, un cavallo nell’atto di essere ucciso, l’uso di marijuana e una scena di stupro.
  • La città di El Paso, disegnata da Carlo Simi in Almeria, era il più grande set che Sergio Leone avesse mai avuto a disposizione. Sarebbe stato poi riutilizzato l’anno successivo per diverse scene di Il Buono, Il Brutto, Il Cattivo e per rappresentare città differenti. Il set ad oggi è ancora in piedi e si chiama Mini Hollywood.
  • Anche se il poncho di Clint Eastwood non è mai stato lavato durante la produzione della Trilogia del dollaro, è stato riparato. Nella scena finale di Per un pugno di Dollari (1964), il poncho viene trafitto da sette proiettili del Winchester di Ramon. Nel film successivo Eastwood indossa lo stesso poncho e in diverse scene si può vedere il rammendo dei fori dei proiettili.
  • Il personaggio di Clint Eastwood chiama il personaggio di Lee Van Cleef “vecchio”, mentre il personaggio di Van Cleef chiama Eastwood “ragazzo”. In realtà tra i due attori c’è una differenza di età di soli 5 anni.
  • Anche se non parlava inglese Gian Maria Volonté ha voluto usare la propria voce per la versione in lingua inglese supportato passo passo da un traduttore.
  • Sergio Leone voleva Henry Fonda per il ruolo del colonnello Mortimer, ma Fonda rifiutò. Leone allora provò con Charles Bronson, che non era interessato e Lee Marvin che rifiutò perché aveva appena firmato per fare Cat Ballou (un’altra fonte parla di una esosa richiesta di denaro da parte di Marvin che causò un ripensamento di Leone). Fu allora che Leone offrì il ruolo a Lee Van Cleef, che non aveva lavorato in un film da La conquista del West (1962), anche se aveva nel frattempo lavorato con una certa frequenza in televisione. Van Cleef pensò che Leone lo voleva solo per alcune scene e fu stupito quando scoprì di essere il co-protagonista del film.
  • Durante le riprese Sergio Leone ha ritenuto che Gian Maria Volonté a volte fosse troppo teatrale nei panni di Indio e spesso utilizzava molti ciak della stessa scena come un modo per cercare di stancare l’attore e renderlo meno energico. Volontè si arrabbiò così tanto per i metodi di Leone che alla fine lasciò il set infuriato. Passata la sfuriata riprese il suo lavoro, ma giurò che non avrebbe mai più girato un altro western perché era un genere che lo aveva stancato.
  • Pur avendo alle spalle una carriera di attore di successo questo è stato il primo ruolo importante di Lee Van Cleef su grande schermo. Aveva recitato in alcuni famosi film western di Hollywood prima di questo, ma aveva sempre svolto piccoli ruoli.
  • Il nome del personaggio di Aldo Sambrell “Cochelio” è l’ortografia inglese della parola spagnola “Cuchillo”, che significa coltello.
  • La cassaforte che Indio deruba con la sua banda a El Paso contiene banconote in dollari confederati.
  • Alcune dele inquadrature all’esterno della prigione all’inizio del film sono state girate in un’arena di Madrid.
  • Il film venne girato nel 1965, ma non uscì negli Stati Uniti fino al 1967.
  • Il titolo del film è un riferimento sarcastico alla Jolly Film, i produttori di Per un pugno di dollari (1964), con i quali Sergio Leone ha avuto un contenzioso.
  • Gian Maria Volonté appare in ruoli diversi sia in questo film, nei panni di Indio, che in Per un Pugno di Dollari nei panni di Ramon Rojo.
  • Sergio Leone aveva considerato anche Robert Ryan per il ruolo del colonnello Mortimer, essendo un fan della sua interpretazione in Lo Sperone nudo (1953).
  • L’attore Mario Brega appare in tutti e tre i film della “Trilogia del dollaro” e in tutti e tre i film il suo personaggio va incontro ad una sfortunata morte. In questo film il suo personaggio Nino è pugnalato alla schiena da un altro membro della banda di Indio.
  • Nel film ci sono un totale di 30 uccisioni di cui 2 si possono solo intuire perché  non vengono mostrate.
  • Il film ha fruito di una parodia, la commedia Per qualche dollaro in meno (1966) diretta da Mario Mattoli e interpretata da Raimondo Vianello (nel ruolo di Lee Van Cleef), Lando Buzzanca (nel ruolo di Clint Eastwood) ed Elio Pandolfi (nel ruolo di Gian Maria Volonté).

La colonna sonora

Stasera in tv su Rete 4 Per qualche dollaro in più con Clint Eastwood (7)

  • Le musiche originali del film sono del maestro Ennio Morricone che per .Sergio Leone ha musicato l’intera “Trilogia del dollaro” iniziata con Per un pugno di dollari e conclusasi con Il buono, Il brutto,Il cattivo.

Stasera in tv su Rete 4 Per qualche dollaro in più con Clint Eastwood (1)

TRACK LISTINGS:

1. Per Qualche Dollaro In Piu’ (03:50)

2. Per Qualche Dollaro In Piu’ [sequence 2] (01:13)

3. Per Qualche Dollaro In Piu’ [sequence 3] (02:53)

4. Osservatori Osservati (02:05)

5. Poker D’Assi (01:22)

6. Per Qualche Dollaro In Piu’ [sequence 6] (02:41)

7. Per Qualche Dollaro In Piu’ [sequence 7] (00:46)

8. Per Qualche Dollaro In Piu’ [sequence 8] (02:16)

9. Per Qualche Dollaro In Piu’ [sequence 9] (02:25)

Mono.

10. Per Qualche Dollaro In Piu’ [sequence 10] (01:16)

11. La Resa Dei Conti (03:08)

12. Per Qualche Dollaro In Piu’ [sequence 12] (01:58)

13. Per Qualche Dollaro In Piu’ [sequence 13] (01:20)

14. Carillon (01:10)

15. Il Vizio Di Uccidere (02:28)

16. Per Qualche Dollaro In Piu’ [sequence 16] (02:11)

17. Il Colpo (02:26)

18. Per Qualche Dollaro In Piu’ [sequence 18] (00:53).

19. Per Qualche Dollaro In Piu’ [sequence 19] (01:15)

Mono.

20. Addio Colonnello (01:45)

21. Occhio Per Occhio (03:01) Vocals by Maurizio Graf

22. Eye For An Eye (03:01)

 

 

[Per guardare il video clicca sull’immagine in alto]

 

 

Stasera in tv: “Per qualche dollaro in più” su Rai 3 pubblicato su Cineblog.it 01 agosto 2020 06:46.