Sean Baker dirigerà un documentario sull’esperienza di Bella Thorne su OnlyFans

Bella Thorne ha recentemente deciso di aprire un proprio account su OnlyFans, un servizio ad abbonamento in cui mostrare foto che Playlist definisce elegantemente «suggestive», cioè, in buona sostanza, esplicite. Non si tratta certo della prima incursione del genere per l’attrice, che ha già diretto un film poi pubblicato su PornHub.

Adesso l’intenzione sarebbe quella di far girare un documentario relativo alla sua esperienza su questa piattaforma a Sean Baker, regista, tra gli altri, dei più recenti e acclamati Tangerine e The Florida Project. La Thorne pare abbia già avuto una conversazione con Baker, che stima e con cui condivide la direzione che il progetto dovrebbe prendere.

Nel frattempo l’attrice dichiara che questa sua sortita su OnlyFans le frutterà qualcosa come un milione di dollari al mese, rivelazione interessante non tanto per mero gossip, quanto perché fa luce su un aspetto non di secondaria importanza. A questo punto, infatti, la Thorne potrebbe benissimo trarre maggior profitto da queste sue iniziative che dalla recitazione, il che la colloca nella schiera di quelle giovani attrici/imprenditrici che, forse, possono davvero smarcarsi dall’industria e coltivare progetti a cui davvero tengono. Discorso ben più articolato di così, su cui, a Dio piacendo, sarebbe il caso di tornare.

Sean Baker dirigerà un documentario sull’esperienza di Bella Thorne su OnlyFans pubblicato su Cineblog.it 26 agosto 2020 13:01.