E’ morto Jiri Menzel, regista premio Oscar per “Treni strettamente sorvegliati”

E’ scomparso a 82 anni, dopo una lunga malattia, l’attore e regista ceco Jiri Menzel che ha diretto il film vincitore dell’Oscar Treni strettamente sorvegliati. La morte di Menzel è stata confermata sui social media dalla moglie Olga.

È stato il nostro massimo onore e privilegio poter essere con te nel tuo ultimo pellegrinaggio verso l’eternità. Il tuo amore per me e per le nostre ragazze era il tipo di amore che non pone mai condizioni.


 

Menzel nasce a Praga nel 1938, suo padre Josef era giornalista, traduttore e scrittore di libri per bambini. Menzel studia regia presso la Scuola di cinema e TV dell’Accademia delle arti dello spettacolo di Praga (FAMU) dove studia con diversi insegnanti tra cui il regista ceco Otakar Vávra.

Menzel membro del movimento cinematografico cecoslovacco “Nová vlna” nato negli anni ’60, debutta alla regia nel 1965 nel film collettivo Perline sul fondo (1965). Il suo primo lungometraggio, Treni strettamente sorvegliati, vince l’Oscar per il miglior film straniero nel 1967. Il film è un dramma ambientato durante la Seconda guerra mondiale basato su un libro di Bohumil Hrabal. Nel 1968 Menzel adatta per il grande schermo il romanzo Un’estate capricciosa scritto da Vladislav Vančura nel 1926. Nel 1969 il regista dirige Allodole sul filo, altro film basato su un libro di Bohumil Hrabal nonché pellicola bandita dal governo cecoslovacco fino al 1990, dopo la caduta del regime comunista. Il film ha vinto l’Orso d’Oro al 40° Festival Internazionale del Cinema di Berlino dove viene proiettato dopo la caduta del Muro. La trama parla della vita in un campo di rieducazione in Cecoslovacchia sotto il regime comunista. Dopo la realizzazione di “Allodole sul filo” la carriera di Menzel subisce uno stop e non poté riprendere fino al 1974 e solo dopo aver giurato fedeltà al regime.

Nel 1986 Menzel conquista una seconda nomination agli Oscar per il miglior film straniero con la sua commedia dark Il mio piccolo villaggio che segue la vita di Otík, un giovane con un ritardo mentale che vive nella comunità di un villaggio molto unita e condivide le sue giornate con un anziano camionista. Nel 1994 Menzel dirige Il soldato molto semplice Ivan Chonkin (1994) ambientato nel 1941 e incentrato su un soldato imbranato che si ritrova a piantonare un aereo russo atterrato dopo un’avaria nei pressi di uno sperduto villaggio dell’U.R.S.S.; nel 2002 Menzel partecipa al film a episodi Dieci minuti più vecchio: il violoncellista dirigendo l’episodio “One Moment” e nel 2006 adatta un altro romanzo di Bohumil Hrabal portando sul grande schermo la comedia Ho servito il re d’Inghilterra. L’ultima regia di Menzel risale al 2013 con la commedia Donsajni mentre l’ultimo credito come attore è nel film slovacco The Interpreter del 2018, basato sulla vera storia delle interazioni di un uomo con un soldato delle SS che aveva giustiziato i suoi genitori.

 

Filmografia

Our Mr. Foerster Died (1963)

Perline sul fondo (1965)

Crime at the Girls School (1965)

Treni strettamente sorvegliati (Ostře sledované vlaky) (1966)

Un’estate capricciosa (Rozmarné léto) (1968)

Crime in a Music Hall (1968)

Allodole sul filo (1969)

Who Looks for Gold? (1974)

Seclusion Near a Forest (1976)

I magnifici uomini con la manovella (1978)

Ritagli (1980)

La festa del bucaneve (1983)

Il mio piccolo villaggio (1985)

End of Old Times (1989)

Beggar’s Opera (1990)

Il soldato molto semplice Ivan Chonkin (1994)

One Moment, episodio del film Dieci minuti più vecchio: il violoncellista (2002)

Ho servito il re d’Inghilterra (Obsluhoval jsem anglického krále) (2006)

Donsajni (2013)

 

Fonte: Deadline

 

 

E’ morto Jiri Menzel, regista premio Oscar per “Treni strettamente sorvegliati” pubblicato su Cineblog.it 08 settembre 2020 09:26.