Ad ogni colore, una condanna: quando gli omosessuali venivano ridotti ad un triangolo rosa

Ad ogni colore, una condanna: quando gli omosessuali venivano ridotti ad un triangolo rosa
Nato nella Germania nazista per condannare migliaia di uomini, oggi il triangolo rosa può finalmente simboleggiare la libertà per un’intera comunità.

Ogni minoranza perseguitata aveva un colore dentro i campi di concentramento. Nulla aveva importanza, fatta eccezione per il simbolo colorato che si portava sulla camicia a righe. Era quello che ti identificava e ti condannava. Per gli omosessuali, per esempio, il triangolo rosa divenne il sigillo del perché si trovavano in quei terribili luoghi.

Prosegui la lettura