Rambo 6: Sylvester Stallone lo realizzarebbe solo come prequel in streaming

Sylvester Stallone parlando su Instagram (via Joblo) di un potenziale nuovo film di Rambo ha dichiarato che l’unico modo per lui di realizzarlo sarebbe raccontare il passato del personaggio.

Solo come prequel in streaming o non se ne fa nulla.

Stallone aveva già accennato ad un prequel in una precedente intervista con il sito Screenrant durante la promozione di Rambo: Last Blood.

Ho sempre pensato a Rambo quando aveva 16 o 17 anni – spero che possano fare il prequel – era la persona migliore che potessi trovare. Era il capitano della squadra; era il ragazzo più popolare della scuola; un super atleta. Era come Jim Thorpe, e la guerra è ciò che lo ha cambiato. Se l’avessi visto prima, era il ragazzo perfetto…

Dal suo debutto nel lontano 1982 la serie d’azione “Rambo” con Sylvester Stallone ha segnato un’epoca e lanciato una delle icone d’azione più celebri di tutti i tempi. L’ex berretto verde traumatizzato e perseguitato dai ricordi del Vietnam, creato dallo scrittore David Morrell, nella sua prima apparizione mette a ferro e fuoco una piccola cittadina dello stato di Washington dopo un incontro / scontro con uno zelante sceriffo locale (il compianto Brian Dennehy) che arresta e vessa Rambo senza alcuna motivazione. Nel sequel Rambo II – La vendetta il veterano, ora detenuto a seguito degli eventi del primo film, diventerà la leggendaria macchina da guerra che abbiamo imparato a conoscere quando viene inviato in Vietnam in cerca di prigionieri di guerra che sfortunatamente per il governo americano Rambo troverà e strapperà dalle grinfie dei sovietici. In Rambo III John di reca in Afghanistan per salvare il suo ufficiale comandante Trautman tenuto prigioniero dai sovietici, ma per portare a termine la sua missione in territorio nemico sarà cruciale il supporto dei guerriglieri Mujahideen. Nel brutale John Rambo la missione consisterà nel liberare alcuni missionari in Myanmar dove regna il brutale regime militare birmano.

In Rambo: Last Blood seguiamo l’ultima missione dell’iconico veterano del Vietnam, che lo vede oltrepassare il confine per affrontare un brutale cartello messicano; il film ha incassato 91 milioni di dollari al botteghino mondiale da un budget di 80 milioni (promozione e marketing inclusi), si tratta dell’incasso più basso del franchise che dovrebbe aver mandato definitivamente in pensione l’icona action anni ottanta con un quinto capitolo un tantino troppo sopra le righe che ha collezionato 8 candidature ai Razzie awards e due vittorie nelle categorie “peggior prequel, remake, rip-off o sequel” e “peggior disprezzo per la vita umana e la proprietà pubblica”.

Fonte: Instagram