Cina vs. criptovalute: Pechino crea una task force per “stanare” i miner rimasti nel Paese

La Cina sta continuando la sua lotta alle criptovalute: il Governo di Pechino ha creato un’unità speciale per “stanare” i miner che operano nel Paese.A settembre, la Cina ha reso illegali Bitcoin, Ethereum e altre criptovalute, dando inizio ad una ricerca dei miner ancora attivi su tutto il territorio nazionale, che sono stati vittima di sanzioni o sono stati costretti a fuggire all’estero: in particolare, molti sono fuggiti in Kazakistan, sovraccaricandone la rete elettrica nazionale.Prosegui la lettura