Evil Dead 4: il reboot di Lee Cronin arriverà su HBO Max

HBO Max e New Line Cinema hanno siglato una partnership che coinvolge l’atteso sequel/reboot Evil Dead 4, che presenta una coppia di sorelle che combattono demoni in un grattacielo. Il sito The Wrap riporta che “Evil Dead 4” uscirà sul servizio di streaming HBO Max e vedrà Sam Raimi e Bruce Campbell a bordo come produttori.

Apparentemente Ash non tornerà nemmeno nel prossimo film di “Evil Dead” ufficialmente intitolato Evil Dead Rise. Le riprese del film inizieranno il mese prossimo in Nuova Zelanda. Alyssa Sutherland (Vikings) e Lily Sullivan (Picnic At Hanging Rock) dirigono il cast nei panni di una coppia di sorelle il cui ricongiungimento familiare è interrotto dall’invasione di entità demoniache meglio note ai fan come Deadites. Lee Cronin dell’ottimo The Hole – L’abisso, scelto personalmente da Raimi impegnato con il sequel Doctor Strange 2, dirige “Evil Dead 4” da una sua sceneggiatura.

In una dichiarazione Campbell ha detto della serie Evil Dead: In sostanza parla di persone comuni che superano situazioni straordinariamente terrificanti. Non vedo l’ora che Alyssa e Lily riempiano le scarpe intrise di sangue di coloro che sono venuti prima di loro e portano avanti quella tradizione.

Tutto è iniziato nel lontano 1981 con La casa, un perfetto connubio di horror low-budget e film di culto. Questo gioiellino splatter racconta le vicissitudini di un quartetto di amici in vacanza in un’isolata baita che per errore evocano spaventosi demoni lovecraftiani, viene girato da un giovanissimo ed entusiasta Sam Raimi e alcuni compagni d’università con solo 350.000 dollari. Nato dal cortometraggio Within the woods, in seguito ampliato e poi pompato in 16 mm, Evil Dead, questo il titolo originale, omaggia i grandi cult horror degli anni’70 e lo scrittore Lovecraft con la sua personalissima mitologia demoniaca fatta di mostruose e invisibili divinità che nel film di Raimi, omaggiando anche il filone della possessione demoniaca, deformano mostruosamente i corpi di cui prendono possesso. Qui entrano in gioco gli effetti speciali in questo caso eccessivi, estremi e barocchi, curati dallo stesso Raimi e dall’amico Bart Pierce. i due riempiono lo schermo e i poveri attori con litri di lattice e sangue finto, oltre a sciorinare arti amputati e teste mozzate. Da antologia la performance dell’attore Bruce Campbell che diverrà inseparabile attore feticcio del Raimi hollywoodiano. Con La casa 2 Raimi cambia marcia, spinge l’acceleratore sul demenziale, con bulbi oculari lanciati in aria che finiscono in bocca ai protagonisti, mani amputate e possedute che prendono vita mostrando il dito medio al terrorizzato protagonista, teste di cervo impagliate che sghignazzano e via discorrendo, un preambolo di quella che diventerà una fumettosa incursione nel fantasy del terzo capitolo, L’armata delle tenebre, che se collegato a doppio filo al secondo film, prende con decisione ulteriore distanza dall’efferato capitolo del 1981, che di comico non aveva nulla. Nel 2013 Fede Alvarez ha realizzato un dignitoso remake La casa – Evil Dead prodotto da Sam Raimi e dallo stesso Bruce Campbell. la serie tv Ash vs. Evil Dead si è invece conclusa con la terza stagione e un finale aperto che potrebbe o non potrebbe diventare spunto per un potenziale “Evil Dead 4”, ma in quel caso la presenza di Bruce Campbell sarebbe indispensabile. Secondo noi sul finale della serie tv si potrebbe realizzare qualcosa di simile a quello che si è fatto con “L’armata delle tenebre”.