Hugh Grant sarà il “cattivo” del reboot di Dungeons & Dragons

Prende forma il cast del reboot Dungeons & Dragons, il sito Deadline riporta che Hugh Grant ha firmato per interpretare l’antagonista nel nuovo adattamento cinematografico live-action prodotto Paramount ed eOne dell’iconico gioco di ruolo.

Deadline aggiunge che anche la Sophia Lillis degli horror IT e Gretel e Hansel è ufficialmente a bordo. I dettagli della trama sono scarsi, ma pare che l’antagonista di Grant si chiamerà Forge Fletcher e Lillis interpreterà un personaggio di nome Doric. Precedenti casting confermati  “Dungeons & Dragons” includono Chris Pine, Michelle Rodriguez, Justice Smith (Jurassic World: Il regno distrutto) e Rege-Jean Page della serie tv Bridgerton.

Il reboot di “Dungeons and Dragons” entrato in sviluppo nel 2015 è ora in mano al duo di registi e sceneggiatori John Francis Daley e Jonathan Goldstein (Come ti rovino le vacanze, Game Night – Indovina chi muore stasera?) che hanno scritto una nuova sceneggiatura basata sul precedente script di Michael Gillio. La trama dovrebbe seguire un gruppo di avventurieri alla ricerca dell’Occhio di Vecna, un potente artefatto che risale ai primi giorni del gioco. Vecna era un potentissimo mago mortale divenuto poi un incantatore lich. Vecna era soprannominato il Mutilato poiché ha perso la sua mano sinistra e il suo occhio sinistro diventati potenti artefatti. Occhio e mano dell’arcilich Vecna furono tutto ciò che rimase del Re Lich dopo la sua battaglia con il suo luogotenente rinnegato, Kas il Sanguinario. Sia la mano che l’occhio di Vecna ​​hanno un costo terribile: per utilizzare uno dei due artefatti, il giocatore deve rimuovere l’occhio o la mano esistente e quindi sostituirlo con l’artefatto.

Lanciato nel 1974 il popolare gioco di ruolo ha fruito di due adattamenti live-action, il pessimo Dungeons & Dragons – Che il gioco abbia inizio (2000) e il sequel Dungeons & Dragons 2: Wrath of the Dragon God del 2005, un film per la tv una spanna sopra al suo predecessore, ma assolutamente non all’altezza di un IP di tale levatura. “Dungeons & Dragons” ha inoltre fruito di oltre 100 romanzi e racconti originali, un gioco di carte collezionabili (Spellfire), diverse serie a fumetti, una serie televisiva animata del 1983 , e ha inoltre ispirato l’anime Record of Lodoss War del 1998, i film d’animazione Scourge of Worlds (2003) e Dragonlance: Dragons of Autumn Twilight (2008) e il live-action The Gamers: Dorkness Rising (2008). D&D ha anche generato / ispirato oltre 80 videogiochi per computer e console tra i più noti le serie Eye of the Beholder e Neverwinter Nights.

L’uscita del reboot di “Dungeons & Dragons” è fissata al 27 maggio 2022.