Il fondatore di TSMC punge Intel: ci deridevano, adesso ci inseguono

Il fondatore di TSMC ritiene che la Cina non abbia ancora le capacità per competere con Taiwan nel mondo della produzione di chip e, allo stesso tempo, trova ironico come Intel abbia deciso di entrare in un settore che per anni ha guardato con diffidenza.