Invisibilità presto disponibile: nuovi dispositivi non più da fantascienza

I dispositivi di invisibilità potrebbero presto non essere più roba da fantascienza. Un nuovo studio suggerisce l’uso di un innovativo materiale.Un studio pubblicato sulla rivista “De Gruyter Nanophotonics”, descrive il lavoro svolto dagli scienziati cinesi Huanyang Chen e Qiaoliang Bao dell’Università di Xiamen, che hanno suggerito l’uso di un materiale, il triossido di molibdeno (α-MoO 3), per sostituire i metamateriali costosi e difficili da produrre per le emergenti tecnologie ottiche.Prosegui la lettura