Noir in Festival 2021, la trentesima edizione slitta di una settimana

A livello operativo cambia poco o nulla a seguito della conferma circa lo spostamento dell’edizione numero XXX del Noir in Festival, che, col nuovo calendario, si svolgerà da lunedì 8 a sabato 13 marzo 2021. La ragione sta nel non volersi accavallare alla Berlinale, che, come annunciato il mese scorso, si terrà online e in forma ridotta dall’1 al 5 marzo.

La direzione del Noir ha preso tale decisione, si legge nel comunicato ufficiale, per «rispetto della ben più anziana e importante vetrina festivaliera», armonizzando così un calendario festivaliero internazionale che ancora sta dovendo fare i conti con una situazione di straordinarietà. Tuttavia, nell’impedimento il Festival pare aver trovato giovamento, così come evidenziano in una nota i direttori Giorgio Gosetti e Marina Fabbri.

L’inizio delle danze cade infatti nella giornata delle donne, il che «diventa un modo per omaggiare una nuova generazione di autrici, in letteratura come nel cinema e nella serialità, che stanno rinnovando lo spirito e i caratteri del noir con una forza e un’identità dirompenti. Non è la prima volta che il Noir parla al femminile – anzi, per noi è quasi una tradizione – ma se c’è un anno in cui tutto ciò acquista forza e significato, questo è proprio quello in cui festeggiamo il nostro trentesimo anniversario».

Vietato perciò parlare di novità o circostanza; semmai di una felice coincidenza, che offre al Noir l’opportunità di rimarcare un impegno portato avanti dall’attuale gestione sin dal suo insediamento. Come già evidenziato, a livello operativo tale slittamento non dovrebbe avere alcuna ripercussione, con la nuova edizione del Noir in Festival che si terrà comunque a Milano. Nell’attesa di conoscere il programma definitivo.