Rodney & Sheryl: Anna Kendrick nel film Netflix basato sul “The Dating Game Killer”

Il sito Deadline riporta che Anna Kendrick sarà protagonista di Rodney & Sheryl, un film basato su una storia vera e su una sceneggiatura della “Black List” che Netflix ha recentemente acquisito.

Il film racconta la vera storia di un serial killer che nel 1978 partecipò e vinse un appuntamento nel popolare programma televisivo “The Dating Game”, in Italia riproposto come “Il gioco delle coppie”. L’assassino, Rodney Alcala poi soprannominato “The Dating Game Killer” e paragonato a Ted Bundy, era in piena attività omicida quando prese parte sfacciatamente allo show.

Anna Kendrick recita nel film nei panni di Cheryl Bradshaw, la concorrente che ha finito per ritrovarsi Alcala come suo appuntamento. L’esordiente Chloe Okuno dirigerà il film, che ruoterà attorno agli eventi del game show e alla partecipazione di Cheryl e Alcala.

[Per guardare il video clicca sull’immagine in alto]

Durante le riprese del famigerato episodio di The Dating Game, “Alcala aveva già ucciso cinque donne ed era stato condannato per il tentato omicidio di una ragazzina di 12 anni, ma è entrato nello show perché i controlli sui precedenti erano più lassisti”.  Il presentatore Jim Lange lo ha presentato come un “fotografo di successo che ha iniziato quando suo padre lo ha trovato nella sua camera oscura all’età di 13 anni che sviluppava foto. Tra una ripresa e l’altra potreste trovarlo a fare paracadutismo o motociclismo”. Un altro concorrente “scapolo” in seguito descrisse Alcala come un “ragazzo molto strano” con “opinioni bizzarre”. Alcala vinse la competizione e un appuntamento con Cheryl Bradshaw, che in seguito si rifiutò di uscire con lui perché lo trovava “inquietante”. Alla fine fu arrestato e nel 1980 fu condannato a morte per omicidio e gli investigatori trovarono prove – una raccolta di oltre 1.000 fotografie di donne e adolescenti, molti in pose sessualmente esplicite – in un magazzino. Anche se nel corso degli Alcala ha fatto appello più volte, quando sono stati fatti progressi nel DNA, il suo nome è stato legato ad ulteriori omicidi. La sua esecuzione è stata rinviata a tempo indeterminato quando la California ha dichiarato una moratoria sui casi di pena di morte nel 2019 e Alcala sta ora scontando la sua pena nella prigione di stato a Corcoran, in California. Gli investigatori stimano che potrebbe aver ucciso fino a 130 persone con un “modus operandi” che consisteva nell’utilizzare prima un martello per colpirle, per poi soffocarle in maniera tale da prolungare il più possibile la loro agonia.

Deadline riferisce che Roy Lee e Miri Yoon sono produttori per Vertigo Entertainment, insieme a J.D. Lifshitz e Raphael Margules per BoulderLight Pictures. Russ Posternak, Andrew Deane e Stephen Crawford di Industry Entertainment e Anna Kendrick saranno i produttori esecutivi.