School of Mafia, tutte le informazioni sul nuovo film prodotto da Rai Cinema

School of Mafia, il 24 giugno arriva nei cinema d’Italia con 01 Distribution la nuova commedia con protagonista Nino Frassica, prodotta da Rodeo Drive con Rai Cinema e diretta da Alessandro Pondi (Tutta un’altra vita) al suo terzo lungometraggio. “School of Mafia” è una black-comedy che gioca con gli stereotipi del cosiddetto genere “mob”, strizzando l’occhio a classici come Quei bravi Ragazzi e Il padrino,  ma giocando sul filo della parodia, sulla scia di pellicole come Il boss e la matricola, Mickey occhi blu e il più recente Cose Nostre Malavita.

School of Mafia, la trama – Tre “picciotti” newyorkesi a scuola di mafia

La trama di “School of Mafia” si dipana tra la tentacolare New York e una suggestiva Sicilia che rievoca quella rurale de Il padrino parte II, splendidamente immortalata dal direttore della fotografia Vladan Radovic (Il traditore, la trilogia Smetto quando voglio). Nella Grande Mela facciamo la conoscenza di tre ragazzotti: Nick il musicista, Joe il futuro agente di polizia e Tony l’insegnante di danza che sembrano a prima vista tre giovani come tanti impegnati ad inseguire le loro aspirazioni, ma che in realtà hanno tre cognomi piuttosto altisonanti nel giro della malavita organizzata: Nick Di Maggio Joe Cavallo e Tony Masseria; i tre sono figli di altrettanti boss italoamericani interpretati da Emilio Solfrizzi, Paolo Calabresi e Fabrizio Ferracane che disperati decidono di correre ai ripari per avere degli eredi nella “famiglia” degni di questo nome. E qui entra in scena il Don Turi ‘u Appicciaturi di Nino Frassica, un padrino della vecchia scuola che avrà il compito di addestrarli e renderli prima dei fedeli “picciotti” e poi degni eredi degli affari dei rispettivi padri che si spartiscono i traffici illegali di New York. Nick, Joe e Tony verranno così rapiti e portati in Sicilia, dove Don Turi li plasmerà instradandoli sulla via del crimine organizzato, attraverso un duro percorso che diventerà un percorso di crescita personale che permetterà ai tre di definirsi e capire ciò che sono e ciò che potranno diventare.

School of mafia, il cast

Ad interpretare i tre recalcitranti e improbabili futuri boss mafiosi troviamo Giuseppe Maggio (Nick) volto noto della serie tv Baby e con ruoli anche Un fantastico via vai, Sul Più bello e nella commedia musicale Ballo Ballo; Guglielmo Poggi (Joe) che dopo l’esordio in Viva l’Italia ha recitato in Smetto quando voglio, The Startup: Accendi il tuo futuro, La profezia dell’armadillo e affiancato Sergio Castellitto in Il Tuttofare, chiude il terzetto di nuove leve Michele Ragno (Tony) al suo primo ruolo cinematografico dopo aver recitato nel film per la tv La stagione della caccia: c’era una volta Vigata.

A supportare il terzetto di giovani talenti, il regista Alessandro Pondi ha assemblato un cast di attori e caratteristi di gran pregio, a partire da Nino Frassica in un ruolo che rievoca quello di Enrico Maria Salerno in Scuola di ladri di Neri Parenti, naturalmente in salsa sicula e con l’ironia sorniona che ne contraddistingue l’inconfondibile vis comica. Ad interpretare i tre padri boss, disperati per la prole inadeguata e ribelle, troviamo invece Emilio Solfrizzi (Donato Cavallo) che dopo tappe in teatro e in tv torna sul grande schermo e alla commedia dopo un ruolo nel dramma L’amore rubato del 2016; Fabrizio Ferracane (Primo Di Maggio) che ha impersonato il giudice Borsellino nel film tv La scorta di Borsellino – Emanuela Loi, Saverio Moscato nella fiction Il commissario Montalbano e più recentemente il mafioso Pippo Calò ne Il traditore di Marco Bellocchio e Paolo Calabresi (Vito Masseria), la popolare “iena” televisiva vanta una lunga serie di ruoli tra cinema e tv, vedi la trilogia Smetto quando voglio e le commedie Ricchi di fantasia e Bentornato Presidente, e sul piccolo schermo le fiction R.I.S. – Delitti imperfetti, Distretto di Polizia e la serie tv di culto Boris.

Il comparto “siculo” del film vanta la presenza di un amatissimo volto noto televisivo e cinematografico, il palermitano Tony Sperandeo (Frankie Ghost) memorabile Gaetano Badalamenti nel film I Cento Passi; dell’attore napoletano Gianfranco Gallo (Don Masino Mazzarò) volto noto della serie tv Gomorra in cui ha interpretato Giuseppe Avitabile e dell’attore trapanese Mario Pupella (Mimmo Panebianco), Don Mimì in La matassa e Don Salvo in La siciliana ribelle. Il cast è completato da Paola Minaccioni (Carmela) e Maurizio Lombardi (Salvo Svizzero), che hanno già lavorato con il regista Alessandro Pondi in Tutta un’altra vita; Giulia Petrungaro (Rosalia), Giulio Corso (Tano Beddafazza), Monica Vallerini (Anchor Woman) e Gianfranco Gallo (Don Masino Mazzarò).

School of mafia, il trailer


1

Il team dietro le quinte

Il regista di “School of Mafia” è Alessandro Pondi al suo terzo lungometraggio dopo Chi m’ha visto (2017) con Pierfrancesco Favino e Beppe Fiorello e Tutta un’altra vita (2019) con Enrico Brignano e Paola Minaccioni. Pondi nasce a Ravenna il 20 Gennaio 1972 e vive a Roma da oltre vent’anni. Esordisce nel 1997 con il romanzo “Gli angeli non mangiano hamburger” e successivamente inizia a scrivere per la televisione e il cinema accanto ai suoi due grandi maestri: Luciano Vincenzoni e Tonino Guerra. Dal 1999 ad oggi raccoglie come sceneggiatore, una serie di successi televisivi (Compagni di scuola, L’oro di Scampia, A testa alta, I fantasmi di Portopalo, Il commissario Manara). Per il cinema firma sia pellicole d’autore come K il bandito di Martin Donovan, Mio papà di Giulio Base e Copperman di Eros Puglielli, che commedie sentimentali come Poli Opposti di Max Croci e film commerciali campioni di incassi come Natale a Beverly Hills e Natale in Sud Africa di Neri Parenti, con i quali vince due biglietti d’oro, con un incasso complessivo di 40 milioni di Euro al botteghino.

La squadra che ha supportato Pondi dietro le quinte ha incluso il montatore Marco Spoletini (Dogman), lo scenografo Marcello Di Carlo (Il Regno, In guerra e per amore) e la costumista Sabrina Spissu (La siciliana ribelle). Le musiche originali del film sono di Cris Ciampoli che torna a collaborare con Pondi dopo aver musicato Tutta un’Altra Vita. La partitura a tinte western di Ciampoli è supportata dal talentuoso trombettista Michele Lotito e dalla voce di Chiara Ciampoli che contribuisce alla colonna sonora anche in veste di strumentista. Le musiche e le canzoni sono state interamente scritte, arrangiate, registrate, mixate, masterizzate e suonate dal compositore nel suo studio privato CosmicLove records.

[ARTICOLO IN COLLABORAZIONE CON RAI CINEMA]