Stasera in tv: “Alvin Superstar 3 – Si salvi chi può” su Rai 2

Cast e personaggi

Jason Lee: Dave Seville
David Cross: Ian Hawke
Jenny Slate: Zoe
Andy Buckley: Capitano Correlli
Luisa D’Oliveira: Tessa
Tucker Albrizzi: Tucker/Kite Kid
Phillys Smith: Assistente di volo

Doppiatori originali

Justin Long: Alvin Seville
Matthew Gray Gubler: Simon Seville
Jesse McCartney: Theodore Seville
Christina Applegate: Brittany Miller
Anna Faris: Jeanette Miller
Amy Poehler: Eleanor Miller
Alan Tudyk: Simòne

Doppiatori italiani

Davide Perino: Alvin Seville
Simone Crisari: Simon Seville/Simòne
Alessio Puccio: Theodore Seville
Ilaria Latini: Brittany Miller
Isabelle Adriani: Jeanette Miller
Veronica Cannizzaro: Eleanor Miller
Luigi Ferraro: Dave Seville
Marco Guadagno: Ian Hawke
Myriam Catania: Zoe

La trama

In “Alvin Superstar 3 – Si salvi chi può”, i Chipmunks e le Chipettes trasformano una lussuosa nave da crociera in una personale area giochi, fino al momento in cui non vengono catapultati fuori bordo e approdano su un’isola deserta. Mentre i sei scoiattoli studiano un modo per riuscire a tornare a casa, scoprono che il loro approdo non è poi così deserto come sembra. Il nuovo film ha tutto ciò che serve: uno scatenato Alvin su una nave da crociera; un’epica gara di salsa, un vulcano in eruzione, un’atletica attrezzatura antropomorfica; un naufrago misterioso; i Chipmunks e le Chipettes che fendono l’aria con aquiloni e teleferiche; e il tutto è ovviamente condito da una musica davvero irresistibile.

Curiosità

  • David Cross ha descritto le riprese di questa puntata della serie Chipmunk come “l’esperienza più miserabile che abbia mai avuto nella mia vita professionale”.
  • A differenza dei primi due film “Alvin Superstar 3” non è un prequel, ma un midquel della serie animata I Chipmunks, sebbene abbia comunque un collegamento stretto con i primi due film. Il film ha molti rimandi all’episodio Island Fever della quinta stagione della serie del 1983.
  • “Alvin Superstar 3” è l’ultimo film della serie ad includere David Cross nei panni di Ian Hawke.
  • T.J. Miller ha fatto un provino per il ruolo che in seguito sarebbe stato riscritto per essere Zoe.
  • “Alvin Superstar 3” ha segnato il debutto cinematografico di Jenny Slate.
  • (a circa 25 minuti) Sulla scena della spiaggia, Simon usa una lente convessa che indica che Simon ha un’ipermetropia che è comune in età avanzata.
  • (a circa 52 minuti) C’è un riferimento al video YouTube del tasso del miele caricato da czg123. Mentre trasporta un carico di corteccia, Alvin incontra una creatura e dice “Sei uno di quei tassi del miele. Pensi di poter prendere quello che vuoi”. Nel video, Randall dice che il tasso del miele “prende solo quello che vuole”.
  • Amy Poehler e Phyllis Smith sono poi apparse insieme in Inside Out (2015).
  • La trama in cui i Chipmunks e le Chipettes si arenano su un’isola è stata riutilizzata da un episodio della serie tv Alvin rock ‘n’ roll (1983).
  • Jenny Slate e Alan Tudyk sono poi apparsi in Zootropolis (2016).
  • Il film ha fruito di un sequel, Alvin Superstar – Nessuno ci può fermare (Alvin and the Chipmunks: The Road Chip) uscito nel 2015.
  • “Alvin Superstar 3” è l’ultimo film del franchise in cui Amy Poehler ha doppiato Eleanor prima di passare a Kaley Cuoco in Alvin Superstar – Nessuno ci può fermare.
  • Il film costato 80 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 342.

Breve storia dei Chipmunks

Alvin Superstar delizia il pubblico di tutto il mondo da oltre 50 anni. Dal momento in cui i Chipmunks sono balzati al primo posto in classifica con il loro grande successo natalizio “The Chipmunks Song” composto dal cantautore Ross Bagdasarian, Sr., l’orecchiabile sound dei tre scoiattoli è entrato a far parte della cultura musicale pop sia dei giovani che degli adulti. Nel 1958 Ross Bagdasarian, Sr. era un musicista un po’ sfortunato con una famiglia da mantenere. Aveva un contratto con Liberty Records, un’etichetta discografica alla disperata ricerca di un successo da lanciare. Come tutti i veri artisti, Bagdasarian, Sr. sapeva accettare le sfide. Dando fondo a tutti i risparmi di famiglia, acquistò un registratore all’ultima moda, e iniziò a pensare come poterlo utilizzare nel modo migliore. Sulla sua scrivania c’era una copia di un libro dal titolo Duel with the Witch Doctor. Questo costituì la sua ispirazione per la canzone “Witch Doctor”, che si rivelò un successo immediato con un buffo ritornello che tutti conoscono: “OO EE OO AH AH ting tang wal-la wal-la bing bang”. Bagdasarian impiegò un metodo particolare per produrre la voce di Witch Doctor. Inizialmente rallentò la velocità del registratore registrando le parole con una voce lenta e bassa, poi le fece scorrere ad una velocità normale. Questa tecnica in seguito avrebbe definito le leggendarie voci di Alvin, Simon e Theodore. “Witch Doctor” superò il milione di vendite portando alla Liberty Records un guadagno da capogiro. Tuttavia questi soldi non erano sufficienti a salvare definitivamente l’etichetta e la Liberty aveva assoluta necessità di un altro successo … così si rivolse ancora una volta a Bagdasarian. Cercando ispirazione all’interno del suo ambiente domestico, Bagdasarian fu colpito dall’insistente domanda del suo figlioletto di 4 anni che – nel caldo estivo del 1958 — continuava a chiedergli quando sarebbe arrivato il Natale. Fu così che l’artista compose il suo secondo grande successo: “The Chipmunks Song (Christmas Don’t Be Late)” … che però non aveva ancora questo titolo dato che i Chipmunks ancora non esistevano. Bagdasarian amava la voce da lui creata per il Witch Doctor, ma voleva rinnovarla, arricchirla di personalità, anche se ancora non sapeva come fare. Un giorno, mentre si trovava nel Yosemite National Park, un tamia striato (in inglese: chipmunk) attraversò di fronte alla sua macchina: si fermò in mezzo alla strada, si alzò sulle zampette, quasi in segno di sfida contro il veicolo di Bagdasarian. Il resto è storia: quel piccolo chipmunk divenne Alvin. Bagdasarian ha quindi creato due amici da affiancare al birichino Alvin: Simon, è un intellettuale pratico e razionale mentre Theodore è uno scoiattolino spiritoso che ama molto mangiare. Insieme sono diventanti Alvin e i Chipmunks, prendendo i loro nomi da tre dirigenti della Liberty: Al Bennett, Si Waronker e Theodore Keep. Qualche anno prima Bagdasarian incideva canzoni con un nome d’arte: David Seville. Così è nato questo nuovo numero musicale, David Seville and The Chipmunks. Nonostante all’inizio le radio non fossero disposte a pubblicizzare il brano “The Chipmunks Song (Christmas Don’t Be Late)”, Bagdasarian trovò una piccola stazione radiofonica a Minneapolis disposta a trasmettere il brano prima dell’inizio della stagione natalizia. Grazie al suo motivetto accattivante e ad un rapido passaparola, un numero sempre maggiore di emittenti radiofoniche iniziarono a trasmetterlo, e il brano divenne il numero uno del momento, vendendo oltre quattro milioni e mezzo di copie in sette settimane (un record superato solo nel 1964 dai Beatles con “I Want to Hold Your Hand”), aggiudicandosi tre Grammy® Awards e una nomination ad quarto Grammy. I Chipmunks hanno debuttato in televisione – sotto forma di marionette che recitavano al fianco di “Dave Seville” (Bagdasarian) – in “The Ed Sullivan Show.” Un altro incredibile successo. Il pubblico chiedeva nuove performance dei Chipmunks, e fu creato un nuovo look assai diverso da quello che caratterizza oggi questi animaletti. Infatti all’inizio i Chipmunks assomigliavano più a dei veri scoiattoli e non ai teneri pupazzi che conosce il pubblico odierno. Oltre ai loro dischi, furono venduti ogni genere di giocattoli e gadget a loro immagine e somiglianza. I Chipmunks erano ormai un fenomeno. La gente non si stancava mai di loro. Dopo il singolo del 1960 “Alvin for President” Bagdasarian ricevette una lettera da parte del senatore John F. Kennedy, all’epoca candidato presidenziale che, scherzosamente, lo informava di essere felice di avere finalmente trovato un valido avversario. Non c’erano limiti alla loro popolarità. Nel giro di soli tre anni, i Chipmunks avevano venduto sedici milioni di dischi, vinto diversi Grammy, ed erano i protagonisti di una campagna pubblicitaria senza precedenti. Era ormai giunto il momento di portarli in vita anche in una nuova, dinamica dimensione visiva. The Alvin Show debuttò in televisione nell’autunno 1961, inaugurando un nuovo look per Alvin, Simon e Theodore, e anche per Bagdasarian poiché il suo personaggio Dave Seville era ormai entrato a far parte del mondo dell’animazione.

la colonna sonora

  • La colonna sonora Le musiche originali del film sono del musicista e compositore Mark Mothersbaugh dal 1972 membro dei Devo. I crediti di Mothersbaugh includono musiche per I Tenenbaum, Fanboys, Piovono polpette, 21 Jump Street e Thor: Ragnarok.

TRACK LISTINGS:

1. Party Rock Album 4:14
2. Bad Romance 4:27
3. Trouble 3:08
4. Whip My Hair 2:31
5. Vacation (feat. Basko) 2:59
6. We Have Arrived (feat. Classic) 3:22
7. Say Hey (feat. Nomadik) 3:01
8. Real Wild Child (feat. Nomadik) 2:43
9. S.O.S. 2:52
10. We No Speak Americano/Conga (feat. Farnetta DaFonseca) 2:38
11. Survivor 4:00
12. Born This WAy/Aint’ No Stoppin’ Us Now/Firework 2:47
13. Club Can’t Handle Me (Bonus Track) 3:57
14. Hello (Bonus Track) 3:07
15. Holiday (Bonus Track) 3:07
16. We’ll Be Alright (feat. Basko) (Bonus Track) 3:14

[Per guardare il video clicca sull’immagine in alto]