Stasera in tv: “Ben-Hur” di Timur Bekmambetov su Rai 2

Cast e personaggi

Jack Huston: Giuda Ben-Hur
Toby Kebbell: Messala
Morgan Freeman: sceicco Ilderim
Nazanin Boniadi: Esther
Rodrigo Santoro: Gesù Cristo
Pilou Asbæk: Ponzio Pilato
Sofia Black D’Elia: Tirzah
Ayelet Zurer: Naomi
Haluk Bilginer: Simonide
David Walmsley: Marco Decimo
Marwan Kenzari: Druso
Moisés Arias: Disma
James Cosmo: Quinto Arrio
Dato Bakhtadze: Hortator
Yasen Atour: Giacobbe
Francesco Scianna: Kadeem
Denise Tantucci: Abigail

Doppiatori italiani

Raffaele Carpentieri: Giuda Ben-Hur
David Chevalier: Messala
Angelo Nicotra: sceicco Ilderim
Domitilla D’Amico: Esther
Gianfranco Miranda: Gesù Cristo
Gabriele Sabatini: Ponzio Pilato
Veronica Puccio: Tirzah
Chiara Colizzi: Naomi
Gerolamo Alchieri: Simonide
Fabrizio Vidale: Marco Decimo
Simone Crisari: Druso
Niccolò Guidi: Disma
Paolo Marchese: Quinto Arrio
Roberto Fidecaro: Hortator
Alessandro Ballico: Giacobbe
Sara Imbriani: Abigail

La trama ufficiale

Ben-Hur è la storia epica di Giuda Ben Hur (Jack Huston), un principe falsamente accusato di tradimento dal fratello adottivo Messala (Toby Kebbell), un ufficiale dell’esercito Romano. Privato del suo titolo, separato dalla sua famiglia e dalla donna che ama (Nazanin Boniadi), Giuda è costretto alla schiavitù. Dopo anni trascorsi in mare, Giuda torna in patria per cercare vendetta, ma trova invece la redenzione.

Note di produzione – Un racconto intramontabile

Inizialmente, il regista Timur Bekmambetov (Wanted – Scegli il tuo Destino; I Guardiani della Notte) di fronte alla proposta di dirigere una rivisitazione di uno dei film più amati del cinema, era titubante. “Il Ben Hur del 1959 non è solo un film, è un fenomeno che ha influenzato la cultura del 20° secolo”, spiega Bekmambetov. “Ecco perché quando mi è stata offerta la direzione della sua reincarnazione, il mio primo pensiero è stato ‘assolutamente no’. Fortunatamente, il produttore Sean Daniel mi ha convinto a leggere la sceneggiatura, che si è rivelata essere una storia incredibilmente significativa, intrisa non solo di azioni sensazionali, ma di una sfilza di personaggi credibili, e di una grande profondità di pensiero. Anche se l’ambientazione e le circostanze appartengono a migliaia di anni fa, le emozioni e le azioni dei personaggi sono facilmente identificabili, e hanno una risonanza moderna ed universale”. Lo scrittore John Ridley aveva degli intenti simili, durante lo sviluppo dello script. “I fan più accaniti del film del 1959 considererebbero blasfema qualsiasi rivisitazione, dimenticando che questi personaggi esistevano già da 80 anni. La gente tenderebbe a ricordare solo Charlton Heston e la corsa delle bighe, mentre Giuda Ben-Hur è un personaggio classico. E’ un uomo offeso in cerca di vendetta e redenzione. Personaggi avvincenti come Ben-Hur e Messala sono la ragione per cui possiamo tornare ad approfondire queste storie più volte, così ho voluto rendere il conflitto personale tra questi ex amici altrettanto teso e memorabile, come la culminante corsa delle bighe”. “I temi emotivi del film, la vendetta contro il perdono, sono senza tempo. I conflitti che vivono i personaggi sono oggi facilmente riconoscibili come lo erano al tempo dei romani o nel 1880, quando Lew Wallace ha scritto il suo romanzo”, spiega Daniel. “E’ la natura umana, e non cambia mai”. “In molti modi viviamo ancora l’epoca dell’Impero Romano, viviamo ancora dei suoi valori”, commenta Bekmambetov. “Il potere, l’avidità e la ricerca del successo governano il mondo, la gente si mette in competizione, ed in pochi si rendono conto che i soli valori umani che contano, sono la collaborazione ed il perdono”.

Curiosità

  • La pellicola è il quinto adattamento cinematografico del romanzo del 1880 Ben-Hur (Ben Hur: A Tale of the Christ), scritto da Lew Wallace, la cui trasposizione più celebre è il film del 1959, diretto da William Wyler con protagonista Charlton Heston.
  • Il regista Timur Bekmambetov ha insistito sul fatto che il circo delle bighe fosse costruito per davvero e realizzato con il minor numero possibile di immagini in computer grafica. Ha ritenuto che fosse assolutamente necessario per rendere realistica la corsa delle bighe.
  • A Tom Hiddleston è stato offerto il ruolo principale. Ha scelto invece di fare Kong: Skull Island.
  • William Wyler, che ha diretto Ben-Hur (1959), era un buon amico di John Huston, nonno di Jack Huston, la star di questo film.
  • Nel 1977 Charlton Heston, intervistato per promuovere Salvate il Grey Lady (1978), dichiarò che sarebbe stato felice di recitare in un remake del suo Ben-Hur, ma solo se alla fine il suo personaggio fosse morto.
  • Questa versione della storia è più corta di 87 minuti rispetto alla versione precedente, il Ben-Hur del 1959.
  • Gal Gadot era stato originariamente scelta come Esther. Si è ritirata a causa di conflitti di programmazione.
  • Timur Bekmambetov ha spiegato l’adattamento del film in un’intervista: “Quando diciamo l0’originale “Ben-Hur”,’ dobbiamo essere molto concreti di quale versione originale stiamo parlando. Sono state realizzate due versioni per il grande schermo, nel 1925 [Ben-Hur: A Tale of the Christ (1925)] e quella del 1959 [Ben-Hur]. Questi sono le due più famose. C’era anche una versione teatrale di Broadway all’inizio del XX secolo. Ci sono state molte versioni televisive. La storia di Ben-Hur mi ricorda “Romeo e Giulietta”, “Amleto” e qualsiasi storia scritta da [Anton Chekhov]. È senza tempo, quindi ogni nuova generazione vuole tornare a per adattarlo al nuovo mondo La versione cinematografica del 1959 dura quattro ore e solo un piccolo numero di persone può effettivamente rimanere per tutto il film Si tratta di persone diverse da noi. Ed è normale, perché le persone erano diverse, anche il pubblico era diverso, così come il linguaggio cinematografico in cui è stato girato il film. Il film del 1959 parlava di vendetta, non di perdono. Per me questo era il problema principale, poiché penso che il romanzo riguardi principalmente il perdono, il fatto che un essere umano ha imparato a perdonare. Ero così entusiasta del progetto quando ho letto la sceneggiatura di John Ridley. Ho capito che la visione di John della storia ha così tanta luce su di essa, e che condivide gli stessi pensieri su certi principi morali come me. Abbiamo parlato con lui del nostro mondo moderno, che in realtà mi ricorda molto un enorme impero romano. Nell’impero romano i valori più importanti erano l’orgoglio, la rivalità, il potere, la forza, la dittatura del potere e l’amor proprio. Questo tipo di mondo non ha prospettive oggi. L’umanità deve imparare ad amare e perdonare. Questa sarebbe la nostra unica soluzione”.
  • Pedro Pascal era stato originariamente scelto come Ponzio Pilato. Sia Pascal che Pilou Asbæk hanno recitato nella serie tv Il trono di spade, Asbæk nel ruolo di Euron Greyjoy e Pascal nel ruolo del principe Oberyn di Dorne. James Cosmo ha interpretato Jeor Mormont.
  • Sofia Boutella, Moran Atias e Natalia Warner sono state tutte prese in considerazione per il ruolo di Esther.
  • Questo è il primo film di Morgan Freeman per Metro-Goldwyn-Mayer dai tempi di Moll Flanders (1996).
  • A Olivia Cooke è stato originariamente offerto il ruolo di Tirzah, la sorella di Ben-Hur.
  • Il film costato 100 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo 94.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono di Marco Beltrami (Snowpiercer, Gods of Egypt, A Quiet Place – Un posto tranquillo).
  • La band cristiana For King & Country ha realizzato un video musicale basato su questo film. Il nome della canzone è “Ceasefire”.
  • La colonna sonora include anche il brano “The Only Way Out” di Andra Day.

TRACK LISTINGS:

1. Ben-Hur Theme 2:52
2. Jerusalem 33 A.D. / Sibling Rivalry 2:23
3. Carrying Judah 1:57
4. Mother’s Favorite 1:21
5. Messala Leaves Home 1:33
6. Dear Messala 1:46
7. Messala Returns 1:33
8. Speaking of Zealots 1:27
9. Messala and Tirzah 1:36
10. Brothers Divide 1:40
11. Home Invasion 4:41
12. Galley Slaves 4:59
13. Rammed Hard 2:18
14. Judah Ashore 2:29
15. Horse Healer 1:26
16. Ben and Esther 1:38
17. Training 3:19
18. Invitation 1:16
19. Ilderim Wagers 2:38
20. Leper Colony / Messala Will Pay 3:04
21. The Circus 2:39
22. Chariots of Fire 4:17
23. Brother vs. Brother 4:26
24. Carried Off 1:22
25. Jesus Arrested 3:10
26. Forgiveness 1:51
27. Modeh Ani Haiku 2:50

[Per visionare il trailer clicca sull’immagine in alto]