Stasera in tv: “Come ti divento bella!” su Rai 2

Cast e personaggi

Amy Schumer: Renee Bennett
Michelle Williams: Avery LeClaire
Emily Ratajkowski: Mallory
Rory Scovel: Ethan
Aidy Bryant: Vivian
Busy Philipps: Jane
Naomi Campbell: Helen
Lauren Hutton: Lily LeClaire
Tom Hopper: Grant LeClaire
Sasheer Zamata: Tasha
Dave Attell: presentatore concorso bikini
Adrian Martinez: Mason
Olivia Culpo: Hope
Jeffrey Grover: Silver Fox

Doppiatori italiani

Federica De Bortoli: Renee Bennett
Chiara Colizzi: Avery LeClaire
Elena Perino: Mallory
Edoardo Stoppacciaro: Ethan
Eva Padoan: Vivian
Antonella Baldini: Jane
Laura Boccanera: Helen
Cinzia De Carolis: Lily LeClaire
Marco Vivio: Grant LeClaire
Pino Insegno: presentatore concorso di bikini
Luigi Ferraro: Mason
Ambrogio Colombo: Silver Fox

La trama

Da sempre introversa e insicura del proprio aspetto fisico, Renée si risveglia dopo una caduta convinta di essere sexy, spiritosa e irresistibile. Per magia la sua vita cambia completamente e si trasforma in quella che aveva sempre sognato: una donna sicura di sé e di grande successo a New York. Ma cosa accadrà quando si renderà conto che il suo aspetto fisico in realtà non è mai cambiato?

Il nostro commento

In un’epoca in cui il bullismo è diventato la quotidianità e il cosiddetto “body shaming” (derisione del corpo) è materia prima da social media, affrontare l’argomento con una commedia sfrontata e “politicamente scorretta” è stata al contempo una mossa coraggiosa, ma anche criticabile poiché non si è pensato all’equilibrio necessario nel parlare agli spettatori più sensibili. “Come ti divento bella!” opta per una comicità che potrebbe diventare un’arma a doppio taglio rispetto alla chiave di lettura che ogni sensibilità darà a ciò che vede sullo schermo. Amy Schumer è strepitosa anche nei momenti potenzialmente più “imbarazzanti”, ma la cosa più apprezzabile del film è la premessa in cui la trasformazione della protagonista in realtà avviene tutta nella sua testa, un po’ come accadeva a Jack Black in Amore a prima svista dei fratelli Farrelly.

Curiosità

  • “Come ti divento bella!” è co-diretto dagli sceneggiatori Abby Kohn e Marc Silverstein (Fantasy Camp) allora esordienti e i cui crediti in coppia includono sceneggiature per Mai stata baciata, Single ma non troppo, La memoria del cuore e La verità è che non gli piaci abbastanza.
  • Nel team di produzione di “Come ti divento bella” troviamo il premio Oscar Nicolas Chartier,  McG, Mary Viola, Dominic Rustam, Alissa Phillips e la stessa Amy Schumer.
  • Il team creativo comprende inoltre il direttore della fotografia Florian Ballhaus, lo scenografo William O. Hunter, la costumista Debra McGuire e la montatrice Tia Nolan.
  • Il poster dell’evento durante il discorso finale di Renee si intitola “Celebrare 50 anni di bellezza”. Raffigura una famosa foto di Lauren Hutton (che interpreta Lilly Leclair) nel 1974.
  • Le attrici Michelle Williams e Busy Philipps sono migliori amiche nella vita reale. Hanno anche lavorato insieme nella serie tv Dawson’s Creek (1998).
  • La scena della spiaggia è stata girata a Salisbury Beach a Salisbury, nel Massachusetts.
  • “Come ti divento bella!” è stato scritto da Marc Silverstein, sua moglie, Busy Phillips, interpreta una delle amiche di Amy Schumer. In La verità è che non gli piaci abbastanza, Marc ha scritto il film e Busy  è stata co-protagonista.
  • Durante le riprese, Amy Schumer portava il suo cane sul set e lo teneva con lei durante le pause tra una scena e l’altra.
  • Dopo l’uscita del trailer, Jeffrey Wells di “Hollywood Elsewhere” ha sottolineato che gli elementi di “Come ti divento bella!” sembravano somigliare alla trama del film del 1945 Il villino incantato (The Enchanted Cottage), senza che in realizzatori lo avessero segnalato come ispirazione.
  • “Come ti divento bella!” è stato accusato da stampa e critica di utilizzare il body shaming (derisione del corpo) in maniera sbagliata, anche se per veicolare un messaggio giusto. Al riguardo Cosmolpolitan ha scritto: “[è] offensivo per chiunque e tutti – da Amy stessa fino alle donne che hanno o non hanno problemi di peso…AKA tutte le cose che vengono promosse nella società per essere “migliore”.
  • Il comico Bill Maher ha difeso con veemenza il film contro le accuse di body shaming, attaccando i critici di Schumer e affermando: “Stasera vorrei esaminare la reazione al nuovo film di Amy Schumer ‘Come ti divento bella!’, e il fatto che gli scandalizzati di professione hanno deciso che anche se è un film di registe donne che presenta un messaggio interamente pro-donna, lo fa nel modo sbagliato!”.
  • “Come ti divento bella!” costato 32 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 94.

Note di produzione

Accettare il ruolo di Renee Bennett è stata una decisione semplicissima per Amy Schumer. Le speranze e i complessi del personaggio offrivano infinite opportunità comiche, oltre a una grande verità sulla vita delle donne. “La cosa che più mi ha attratta del film è stato il messaggio”, dichiara la prolifica attrice, scrittrice, cabarettista e produttrice. “È esattamente quello che volevo comunicare, proprio al momento giusto. Tutto quello che voglio è far ridere la gente e farla stare meglio e credo che questa storia ci riesca perfettamente”. Immedesimarsi in Renee è stato facile. “È un mix di me stessa e di tutte le persone che mi sono vicine, fa capire che vorremmo che i nostri migliori amici potessero vedersi così come li vediamo noi”, spiega la Schumer. “Renee non sa nemmeno di avere tutto quel potenziale. Spero che guardare la sua evoluzione possa aiutare anche qualcun altro”. Aidy Bryant, che interpreta Vivian, una delle amiche di Renee, ne è convinta. “Il fulcro della storia è il desiderio di vivere la nostra vita senza inibizioni, senza che la voce dell’insicurezza modifichi il nostro comportamento”, dice la Bryant. “Amy è proprio così, una donna tostissima. Nessuno riesce a intimidirla, ed è fantastico vederlo con i propri occhi”. Concorda anche l’attore e comico stand-up Rory Scovel, che interpreta Ethan, il ragazzo di Renee. “I dibattiti sociali in corso sulle donne, sul body shaming e sulla percezione sono tutti temi che Amy affronta nei suoi sketch comici e sono presenti anche in questo film”, garantisce Scovel. “È importante che questo messaggio sia associato a un volto specifico e Amy è perfetta per trasmetterlo al mondo”. Era da qualche anno che gli sceneggiatori e registi Kohn e Silverstein avevano in mente l’idea di un film su una donna che prende una botta in testa e si ritrova con una percezione di se stessa radicalmente diversa. “Sapevamo che trovare il tono giusto era un’impresa, ma eravamo convinti che potesse essere divertentissimo e al tempo stesso trasmettere un messaggio in cui credevamo”, racconta la Kohn. “Volevamo assolutamente dirigerlo noi stessi, perciò l’abbiamo tenuto in caldo finché non abbiamo potuto dedicarci abbastanza tempo”. I due si sono ispirati ad alcuni dei loro film preferiti. “È un omaggio e anche una sorta di parodia di Big, Tootsie e alcuni degli altri film con grandi ribaltamenti che adoravamo da bambini”, afferma Silverstein. “Adesso non si fanno più film del genere, perciò dovevamo far sì che questo sembrasse nuovo, non un retaggio degli anni Ottanta o Novanta”. La soluzione che hanno adottato alla fine si è rivelata piuttosto semplice: mantenere tutto realistico. “Niente magia, niente trucchi visivi, niente inquadrature che mostrino qualcosa di diverso dalla realtà del film”, spiega Silverstein. “Tutto ruota attorno alla tensione fra la percezione che Renee ha di se stessa e il modo in cui la vede il resto del mondo”. “La sfida più grande è stata interpretare Renee prima della botta in testa”, dichiara la Schumer. “Lasciare che la sua vulnerabilità e la sua scarsa autostima scorressero davvero dentro di me. Mentre recitavo davanti alla telecamera è stato difficile ed emotivamente intenso. È molto più facile interpretare la Renee più sicura di sé, convintissima di poter fare di tutto”.

La colonna sonora

  • Le musiche originali di “Come ti divento bella!” sono de musicista Michael Andrews meglio noto per la covber di “Mad World” dei Tears for Fears parte della sua colonna sonora composta per il cult Donnie Darko. Altri crediti di Andrews includono colonne sonore per Le amiche della sposa, Lei è troppo per me, 5 anni di fidanzamento, Corpi da reato e Il re di Staten Island.
  • La colonna sonora include i brani: “Me Too” di Meghan Trainor, “Girl on Fire” di Alicia Keys, “Cirru”s e “Pelican” di Bonobo e “This Is the Day” di The The.

TRACK LISTINGS:

1. What Lovers Do (feat. SZA) (Maroon 5) 3:19
2. Thinning (Snail Mail) 3:30
3. What’s Cool (Marième) 2:33
4. Who’s Up? (LunchMoney Lewis) 3:39
5. Dare You (feat. Matthew Koma) [Tiësto vs Twoloud Remix] (Hardwell) 5:26
6. Me Too (Meghan Trainor) 3:02
7. Perfect Day (Ben Talmi) 3:18
8. Congratulations (feat. Suzy Shinn) (1985) 2:43
9. Can’t Get Enough of Myself (feat. BC Unidos) (Santigold) 3:57
10. Downtown (Majical Cloudz) 4:09
11. Don’t Let It Get to You (Reprise) (Rostam) 2:01
12. I Feel Pretty (Michael Andrews) 2:24
13. Renee and Ethan (Michael Andrews) 2:01
14. Wish Transformation (Michael Andrews) 2:43

[Per guardare il video clicca sull’immagine in alto]