Vivaio Inter, miniera d’oro Samaden da 160 milioni (e Skriniar può restare grazie a Casadei)

La cessione al Chelsea dell’ultimo gioiello cresciuto nel settore giovanile è solo l’ultima di una serie che negli ultimi sei anni ha fruttato un tesoro al club nerazzurro. Da Biraghi a Dimarco, da Di Gregorio a Pinamonti e Radu arrivando sino a Zaniolo per il quale, però, il club si mangia ancora le mani. Ma questo è un altro discorso. Qui si rimarcano i meriti assoluti di Roberto Samaden, 16 scudetti in 12 anni di lavoro nell’eldorado nerazzurro