Vivarium su Sky Cinema Due e Now dal 29 aprile

Vivarium, su Sky Cinema Due e Now disponibile dal 29 aprile il thriller fantascientifico del 2019 diretto da Lorcan Finnegan e interpretato da Imogen Poots e Jesse Eisenberg.

Gemma (Imogen Poots) un’insegnante di scuola elementare e il suo fidanzato Tom (Jesse Eisenberg) interpellano un’agenzia immobiliare per chiedere informazioni sull’acquisto di una casa. L’agente Martin (Jonathan Aris) convince la coppia titubante a seguirlo in una visita che li porta nel complesso residenziale di Yonder, un luogo ameno in cui sono state costruite case verdi a schiera una identica all’altra. Durante la visita lo strano agente immobiliare chiede alla coppia se hanno figli, appreso che i due non sono ancora genitori, Martin lascia che la coppia prosegua la visita della casa, ma quando tornano alla loro macchina l’agente immobiliare è scomparso e ogni loro tentativo di uscire dal labirintico complesso residenziale risulterà vana. Quando la benzina sarà finita, i due si renderanno conto di essere prigionieri  e con il trascorrere del tempo matureranno l’idea di essere diventate cavie di un qualche oscuro esperimento scientifico.

Il cast è completato da Danielle Ryan (The Silencing – Senza voce), Molly McCann (La vita che verrà), Côme Thiry, Senan Jennings (Principessa per sempre), Éanna Hardwicke (Krypton), Olga Wehrly (Nightflyers), Jack Hudson (Il trono di spade), Michael McGeown (Ordinary Love).

Imogen Poots e Jesse Eisenberg tornano a recitare insieme dopo L’arte della difesa personale, stavolta diretti dal regista irlandese Lorcan Finnegan (Without Name) che porta sullo schermo una sua storia sceneggiata con Garret Shanley. Vivarium, termine latino che spesso identifica la riproduzione o lo sfruttamento di un ambiente il cui eco-sistema viene utilizzato per l’allevamento di una specie, si apre con un interessante accenno scientifico che ci mostra come alcuni pennuti parassiti (vedi molotri) che nascondono le proprie uova nei nidi altrui affinché vengano allevate con risorse di fatto sottratte con l’inganno.

La storia di Finnegan sembra uscita da un episodio di Ai confini della realtà e miscela con dovizia mistery, thriller e fantascienza con un ben percettibile pizzico di horror e satira per amalgamare il tutto. Un mix che da all’operazione la giusta dose di “inquietante” ben veicolata dai due talentuosi protagonisti sulle cui spalle poggia l’intera impalcatura del film la cui premessa è tanto semplice quanto efficace. Girato con un budget contenuto, il film dall’impianto teatrale risulta molto dinamico a livello di ritmo e del susseguirsi di emozioni la cui gamma esplorata è davvero vasta e ad un certo punto volutamente caotica. “Vivarium” fa della sua apparente semplicità il suo punto di forza, su schermo si evocano accenni di distopia e un tentativo di mostrare quanto spesso siamo realmente ciò che acquistiamo, ingabbiati in un vortice di consumismo omologante in cui il libero arbitrio è spesso qualcosa di molto labile.

A seguire trovate alcune curiosità su film e cast.

  • “Vivarium” è una coproduzione internazionale di Irlanda, Danimarca e Belgio.
  • Il film è stato girato in Belgio e Irlanda prima di trasferirsi presso gli Ardmore Studios a Wicklow (Irlanda).
  • Le musiche originali sono del compositore danese Kristian Eidnes Andersen (Antichrist, Il regno, Dreambuilders – La fabbrica dei sogni)
  • La colonna sonora include i brani “Rudy A Message To You” di Dandy Livingstone, “Shanty Town” di Desmond Dekker & The Aces, “Complicated Game” di XTC.